Mai dire gatto..

Maledetto calcio, un fine settimana le cose vanno dritte, e allora ecco che tutti l’avevano detto o pensato: formazioni giuste, allenatori giusti. E anche per chi dirige la baracca finalmente un momento di quiete. E allora tanti bei discorsi, e cene, e qualche bicchiere in più in compagnia e la strada sembra spianata: obiettivi raggiunti, si pensa ad un futuro più futuro di quello pensato prima. Anche le squadre che vanno ancora male, in fondo non vanno poi così tanto male! Sette giorni dopo, le cose vanno storte, ma proprio storte, e allora tutti l’avevano detto o pensato: formazioni sbagliate, allenatori in discussione. E per chi dirige la baracca ricominciano le turbolenze.
E allora discorsi agitati, niente cene, qualche bicchiere in più ma da soli e la strada è di nuovo in salita: obiettivi lontani, si pensa ad un futuro che cavolo sembra davvero troppo vicino. Le squadre che vanno male sono solo lo specchio delle altre, e forse la cima l’abbiamo raggiunta e possiamo solo scendere, forse anche ruzzolare. E vengono in mente squadre non troppo distanti da qui dove i dirigenti litigano, i giocatori litigano, i genitori litigano, e le cose vanno sempre peggio. Maledetto sì ma questo è il calcio, mai dire gatto…, mai pensare di essere arrivati, basta una partita, magari con l’ultima o la prima in classifica e tutto torna in alto mare. Certo ora potremmo litigare anche noi, cercando colpevoli tra i giocatori, tra gli allenatori, persino tra i genitori, ma siamo qui da oltre quarant’anni, e abbiamo una sola convinzione: La gente per bene, che si impegna, prima o poi viene ripagata.
L’umiltà che per fortuna i 4 o 5 gol buscati ci hanno fatto ricordare, il lavoro duro tre giorni la settimana nel fango, persino i giocatori che giocano più partite e con diverse squadre, sono la vera forza del Duomo. Il Duomo siamo tutti insieme, dai piccoli alla prima squadra, e solo insieme il Duomo avrà un futuro. Il Duomo siamo tutti insieme, quando si vince e quando si perde, nessun campione e anche nessun colpevole, tutti a lavorare. Presto torneremo a vincere. E se anche qualcosa andrà storto, ma proprio storto, non dovremo chiederci di chi è la colpa, ci basterà sapere di avere fatto tutto il possibile!

Forza Duomo, alla prossima e riproviamo a vincere!